info@aretuseamagazine.it

Aretusea Magazine

Blog

I Selvaggi Band – Granelli di Sale

Durante il periodo di Natale abbiamo avuto per le mani il nuovo disco di Selvaggi Band “Granelli Di Sale” ecco cosa ne pensiamo.

 

La musica folk è la musica che la gente canta. Molti la definiscono Roots Revival, rivivere le proprie radici, mai più azzeccata potrebbe essere questa espressione per la musica de “I Selvaggi Band”. La loro ultima fatica discografica “Granelli di Sale” affonda le proprie radici nel bisogno di ritrovare l’identità culturale, delle tradizioni, del piacere di ritrovarsi a cantare delle problematiche di tutti i giorni un po’ per fartela passare, alla buon vecchia canta che ti passa. Tredici i brani del disco che si intrecciano come la trama di un cestino, ritmi celtici e influenze slave si accoppiano armoniosamente con la versione più moderna e avanguardista della ballata tradizionale. Ci troviamo un po’ dei L’Orange anche per la collaborazione nel brano “Il Cane Con Gli Stivali”, un po’ della nuova generazione per la collaborazione con Dellino Farmer in “El Turnidur” e degli storici Modena City Rambles nella persona di Cisco Bellotti ne “Per Un Pugno Di Sale”.

Peccato per chi come me non è avvezza al dialetto settentrionale, essendo nata e cresciuta nella parte opposta dello stivale, non poterne capire appieno i sottili rifermenti all’interno del testo di ogni canzone. C’è da dire però che è impossibile non farsi trascinare dalla melodia, ti vien voglia di indossare giacca a vento e stivali, prendere i cani e di far una bella passeggiata tra le valli. Sempre che tu ne abbia a disposizione.

Per molti sarà come tornare a casa dei nonni la domenica, nel calore delle mura di casa, con il profumo del Bagòss, con amore, che alla fine salva tutto.

Facebook 

Spotify

E’ possibile acquistare il disco a questo link

 

"alt=immagine copertina del disco i selvaggi band"/

I Selvaggi Band – 1

"alt=immagine con tutti i musicisti, i selvaggi band"/

I Selvaggi Band – 2

Dai un voto al nostro Articolo

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *