info@aretuseamagazine.it

Aretusea Magazine

Blog

Frienz Recordz, web radio tutta siracusana o quasi

Frienz Recordz, web radio tutta siracusana o quasi

Ogni tanto i suggerimenti su Facebook funzionano davvero. Scrollando avanti indietro annoiata, mi balza all’occhio il logo di Frienz Recordz. Web Radio on air dal 2014 in quel di Via Roma, nella stupenda cornice di Ortigia. Abbiamo incontrato una parte degli speaker per un caffè.

 

Quindi voi siete i Frienz Recordz! Raccontatemi quando e come avete dato forma al progetto radio.

G: Nel 2014, ma inizialmente non siamo partiti con l’intenzione di creare una radio. Ci siamo trovati al primo anno di architettura qui a Siracusa, accomunati dalla passione per la musica. Venendo da una città come Catania, che è un continuo fermento di band, concerti, radio universitarie e accorgendoci che qui mancasse proprio questo tipo di attività, ci siamo detti “perché no?”. La nostra intenzione è stata quella di creare un collettivo, un’attività che creasse aggregazione.

F: Creare contatto umano, la mano tesa quando ne hai bisogno.

Materialmente come avete iniziato?

G: I primi tempi con un computer, non avevamo nemmeno un microfono, utilizzavamo quello della webcam. Ci riunivamo negli spazi della facoltà, ma in seguito abbiamo deciso di spostarci a casa perché ci veniva sempre più spesso voglia di accendere la radio agli orari più disparati.

Perché il nome Frienz Recordz? Sarebbe più adatto ad un etichetta discografica.

G: Eh si, quello è un sogno. In realtà la parola Frienz, volutamente con la z finale, è l’esclamazione con la quale un ragazzo che lavora con me in pizzeria saluta un po’ tutti. Quel saluto così caldo fa sentire subito tutti a casa. Quindi l’ho scelto per la web radio così da trasmettere alle persone quel senso di amicizia e calore che trasmette a me. Recordz perché una sera abbiamo visto un film che ci è piaciuto molto, “Cadillac Record”.

F: Nello stesso periodo mettiamo insieme altri “Frienz” che sapessero suonare uno strumento ed andavano ad esibirci in piazza o a casa di chiunque si offrisse.

Mi piace molto questa sorta di comunione.

G: È quello che ci interessa fare. Spesso in radio portiamo artisti di diverso genere, chiunque può avere un talento straordinario ed unico, perché tenerlo nascosto? Le cose belle per me vanno condivise!

F: Poi Siracusa offre molto… Dopo tre anni mi fermo ancora a guardare il tramonto, e non mi capita da nessun’altra parte.

Chi avete ospitato in radio? Ci piacerebbe ascoltare qualche nome.

G: Abbiamo iniziato intervistando i professori che ci hanno subito appoggiato, musicisti un po’ meno, un paio di nostri amici, ma nulla di serio… abbiamo iniziato in piccolo.
Come ti dicevo prima, un nostro professore del primo anno ci ha ispirato il logo. La mano che mima il gesto delle corna, era il gesto che ci riservava come per dirci : ” voi altri fati i spetti ma io sugnu chiù spetto i viautri” (voi fate i furbi ma io lo sono più di voi); e quindi l’abbiamo fatto nostro.
Ultimamente siamo un po’ fermi perché abbiamo avuto dei problemi a casa, strutturali principalmente.

Avete una programmazione ben definita o andate a braccio? Quale tipo di musica prediligete?

G: All’inizio andavano un po’ a braccio ma poi abbiamo capito che in sette non era possibile, quindi adesso tutti gli Speaker si ritagliano il loro spazio. Rispetto ai generi musicali, non ci imponiamo nessun limite tranne che per il neo melodico.

F: Anche io criticavo quel genere, ma prima di giudicare qualcosa bisogna conoscerla. A parer mio il problema del genere sta nel modo in cui vengono cantate le canzoni. Troppo teatralità.

Quali nuovi progetti avete in programma?

G: Vorremo integrare persone nuove, nuove collaborazioni. Il nostro nome rispecchia quello che siamo, quindi siamo molto felici quando le persone si interessano al nostro progetto.

F: È nato tutto dall’esigenza di unire gente diversa, e qui abbiamo trovato terreno fertile. Fra qualche mese dovremmo aprire, si spera, uno spazio mostre. Alla fine la musica e l’arte vanno a braccetto.

G: Siamo molto fieri di quello che siamo riusciti a fare.

Link Utili

Facebook Page

Friendz Recordz - 1
Frienz Recordz – 1

Dai un voto al nostro Articolo

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *