info@aretuseamagazine.it

Aretusea Magazine

Blog

Carlo Addaris e la sua Metamorfosi

Abbiamo conosciuto il mondo cantautorale di Carlo Addaris, ed abbiamo scoperto la sua Metamorfosi con piacere. Qui la nostra recensione, buona lettura!

Carlo Addaris convince con il suo cantautorato intimo ed elettronica riuscendo in un certo senso a dare ampio spazio alla sua arte ed al suo modo d’essere tramite note, sperimentazioni e fraseggi di ampio respiro che spaziano trasversalmente e danno nuova luce a ciò che può essere il cantautorato moderno. I brani che s’incastrano tra di loro danno vita a sonorità alchemiche che si inondano di elettronica intima e quasi irrealistica a tratti. Metamorfosi è un buon album e l’ascolto risulta essere piacevole per le orecchie di molti ed a volte pure di pochi, individuando una certa qualità sia a livello compositivo che di arrangiamenti. Il disco suona e scorre molto lentamente ma dà la sensazione di una buona prova sonora e di un buon tentativo di fare un passo più lungo rispetto a quelli precedenti. Ottima la sonorizzazione vocale e le piccole cose di cui tutto l’album è pregno. Addaris si conferma un cantautore che deve continuare sulla strada della sperimentazione e della potenza sonora che si dovrà prima o poi collocare in un più ampio quadro, ovvero quello del cantautorato moderno 2.0. Metamorfosi è consigliato per chi ama ancora quella forma canzone cantautorale che dà vita a storie ed emozioni tutte uniche. Buon lavoro, buon sound e buona musica per buone orecchie.

Youtube

Dai un voto al nostro Articolo

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *